Diritti dei passeggeri

Diritti dei passeggeri nel trasporto effettuato con autobus SASA

[REGOLAMENTO (UE) N. 181/2011 DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO del 16/2/2011 relativo ai diritti dei passeggeri]

Chi sceglie gli autobus di SASA ha diritto di:

  • viaggiare in sicurezza
  • viaggiare senza alcuna discriminazione diretta o indiretta in base alla cittadinanza;
  • accedere in modo semplice e tempestivo a tutte le informazioni relative al servizio;
  • viaggiare in un ambiente pulito e confortevole;
  • usufruire di un servizio puntuale e regolare;
  • poter facilmente riconoscere il personale addetto;
  • ottenere in tempi brevi una risposta a segnalazioni e reclami presentati.

Le persone con disabilità o mobilità ridotta hanno pieno diritto di usufruire del mezzo pubblico qualora la configurazione del veicolo o delle infrastrutture, anche alle fermate e alle stazioni, renda fisicamente possibile l’imbarco, lo sbarco o il trasporto della persona con disabilità o mobilità ridotta in condizioni di sicurezza e concretamente realizzabili.

SASA stabilisce procedure di formazione sulla disabilità, comprensive di istruzioni, e assicurano che il personale, conducenti compresi, a diretto contatto con i viaggiatori o con questioni ad essi inerenti riceva una formazione adeguata.

SASA non si assume alcuna responsabilità nei confronti degli utenti per eventuali ritardi, mancata effettuazione totale o parziale dei servizi di trasporto pubblico locale, dovuti:

  • a causa di forza maggiore e/o per situazioni viabilistiche stradali (guasti dei mezzi aziendali, traffico, incidenti, cantieri stradali etc.);
  • per motivi di ordine o di sicurezza pubblica, né comunque per l’interruzione o sospensione del servizio di TPL per cause indipendenti dalla sua volontà o al di fuori del suo dominio, quali per esempio scioperi di qualsiasi genere,
  • preventivamente annunciati o meno, disordini, calamità naturali, provvedimenti delle competenti Autorità, ecc.

Qualora vi sia interruzione del servizio per guasto del mezzo, SASA si impegna al ripristino del servizio nel più breve tempo possibile.

SASA fornisce ai passeggeri informazioni adeguate sul viaggio in autobus; ove possibile, tali informazioni sono fornite su richiesta in formati accessibili.

Informazioni sui diritti dei passeggeri

SASA provvede affinché i passeggeri dispongano di informazioni appropriate e comprensibili sui diritti ad essi conferiti dal presente regolamento. Tali informazioni sono fornite a bordo degli autobus e, se del caso, su internet.Su richiesta le informazioni sono fornite, ove possibile, in formato accessibile. Sito www.sasabz.it

La tutela della sicurezza dei passeggeri

SASA tutela la sicurezza degli utenti e la salvaguardia del patrimonio aziendale.

Sono installati a bordo di oltre il 60% degli autobus circolanti nell’area di Bolzano e di oltre il 50% degli autobus nell’area di Merano impianti di videosorveglianza, a salvaguardia del patrimonio aziendale e per garantire maggior sicurezza sia agli utenti che ai conducenti di SASA.

Le immagini riprese sui mezzi vengono registrate e conservate per non più di 72 ore; se in questo arco temporale non pervengono segnalazioni o denunce di reati, le immagini registrate verranno automaticamente distrutte.

La registrazione delle immagini avviene in modo criptato e le procedure per visionarle, sia in caso di borseggi, aggressioni, minacce ecc. subiti da passeggeri, sia in caso di atti vandalici subiti da SASA, prevedono che la visione avvenga successivamente alla denuncia da parte dei passeggeri o degli autisti che deve essere sporta nell’arco temporale delle 24 ore.

Le telecamere sulle linee SASA garantiscono la sicurezza dei viaggiatori e riducono gli atti di vandalismo, consentendo inoltre la prevenzione e la repressione dei reati.

Qualora il cliente del servizio pubblico di trasporto compia atti tali da compromettere la sicurezza e regolarità del servizio, il controllore o il conducente del mezzo hanno la facoltà, a loro insindacabile giudizio, di ritirare il titolo di viaggio, qualora sia nominativo, e di impedire la prosecuzione del viaggio, qualora si tratti di persona maggiorenne.